Se condividi, corri di più

La condivisione online attraverso dispositivi portatili induce i corridori a correre più in fretta.

Oggi le persone possono condividere informazioni attraverso diversi social network come Facebook, Twitter e Instagram con diversi dispositivi informatici: computer, tablet, cellulari. In particolare, gli smartphone consentono la condivisione immediata di informazioni. La tecnologia portatile consente ai corridori di utilizzare applicazioni digitali che misurano, registrano e confrontano la frequenza delle esecuzioni, la distanza in esecuzione e la velocità in cui è stata eseguita. La condivisione di queste informazioni influenza notevolmente se stessi e gli altri corridori. Gli scienziati hanno scoperto che la condivisione di informazioni correlate alla propria performance è contagiosa e motivante. Esiste un impatto misurabile quando tali informazioni vengono scambiate: le persone sono più inclini a correre, se socializzano con altri che corrono. Continua

Integratori per chi pratica Sport

10 cibi per la salute del cervello

index

Nutri il tuo cervello con questi alimenti utili per la salute cognitiva.

Alcuni alimenti sono stati dimostrati essere in grado di migliorare la funzione del cervello, proteggere contro il cognitivo declino legato all’età e favorire la chiarezza e l’attenzione. Gli alimenti ricchi di nutrienti essenziali per il cervello possono proteggere da diversi disturbi mentali e da malattie degenerative future. Includere questi alimenti in una dieta sana è il modo migliore per nutrire il cervello. Ecco un elenco di dieci alimenti per mantenere il cervello sano:

1. Sedano – contiene luteolin, un composto vegetale che riduce l’infiammazione del cervello ed è un fattore di prevenzione della perdita di memoria.

2. Granchio – fornisce fenilalanina, un aminoacido influente nella attività del cervello, che stimola il neurotrasmettitore della dopamina e può anche aiutare a prevenire la malattia di Parkinson.

3. Fagioli Garbanzo – sono una grande fonte di citrato di magnesio, una sostanza nutritiva che migliora il flusso sanguigno e aiuta i recettori delle cellule cerebrali a trasmettere i messaggi più velocemente.

4. Carne rossa – è una fonte importante di vitamina B12, che è essenziale per una salute ottimale del cervello. Continua

Integratori per il benessere mentale

Miele: una alternativa all’antibiotico

141103_honey2

Prodotti naturali come il miele sono stati utilizzati da moltissimi anni contro le infezioni e sono un elemento fondamentale della medicina popolare. Oggi l’interesse per il miele come alternativa agli antibiotici è elevato, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove il miele fresco è facilmente disponibile, così come nei paesi occidentali, dove la resistenza agli antibiotici sta aumentando.

Tobias C Olofsson, dell’Università di Lund (Svezia) e colleghi hanno identificato un gruppo di 13 batteri lattici presenti nel miele fresco. I batteri producono una miriade di composti antimicrobici attivi. Questi batteri di acido lattico sono stati testati su alcuni agenti patogeni di ferite umane come lo Staphylococcus aureus (MRSA), resistenti alla meticillina, la Pseudomonas aeruginosa e l’Enterococcus resistenti alla vancomicina (VRE). Quando i batteri di acido lattico venivano applicati agli agenti patogeni in laboratorio sono riusciti a neutralizzare tutti gli agenti patogeni. Mentre l’effetto sui batteri umani è stato testato solo in ambiente di laboratorio, i batteri di acido lattico sono stati applicati direttamente a cavalli con ferite persistenti. I batteri di acido lattico sono stati mescolati con miele e applicati a dieci cavalli, dove i proprietari avevano tentato diversi altri metodi senza alcun risultato. Tutte le ferite dei cavalli sono state guarite dalla miscela. Continua

Integratori per il sistema immunitario

Finocchio: riduce i sintomi della postmenopausa

170613_fennel

Un recente studio conferma i benefici del finocchio nel ridurre i sintomi della postmenopausa, quali insonnia, vampate di calore, secchezza vaginale e ansia.

Il finocchio è una verdura dal sapore di anice, da lungo tempo valorizzata per serie di benefici per la salute: dai problemi di digestione ai sintomi premenstruali. Il finocchio ha oli essenziali e proprietà fitoestrogeniche. Simile alle sostanze chimiche e simili agli estrogeni trovati nelle piante, i fitoestrogeni vengono utilizzati per trattare con successo i sintomi della menopausa.

I risultati dello studio sono stati recentemente pubblicati sul giornale online Menopause de The North American Menopause Society (NAMS)

Molte sono le donne che hanno fatto uso di medicina alternativa e complementare per la gestione dei sintomi della menopausa negli ultimi dieci anni. C’è stato un costante allontanamento dalla terapia ormonale (HT): anche se questa terapia è un mezzo altamente efficace per trattare la maggior parte dei sintomi della menopausa, molte donne preferiscono soluzioni meno farmacologiche. Continua

Integratori per la menopausa

Tanti benefici della cannella

150724_cinnamon

La cannella non è solo una delle spezie più deliziose, ma è anche un alimento molto sano.

La cannella è una spezia che è stata utilizzata per insaporire gli alimenti per centinaia di anni.Viene utilizzata per dessert e prodotti da forno, ma è anche un ingrediente in vari piatti principali. Alcune delle spezie che sono state utilizzate per molti anni hanno anche significativi benefici per la salute e la cannella non fa eccezione. La cannella è la spezia più consumata in tutto il mondo, per cui vale la pena conoscerla meglio.

La cannella è una fonte significativa di cinnamaldehide, un composto che potrebbe proteggere contro il cancro del colon-retto.

Le ferite che si infettano possono diventare un grave problema se i batteri non possono essere controllati. La combinazione di oli essenziali di cannella e menta piperita è stata trovata efficace contro i batteri resistenti agli antibiotici e aiuta anche nella crescita cellulare.

La cannella può favorire il miglioramento del potenziale di apprendimento – i ricercatori hanno nutrito con la cannella alcuni topi e hanno trovato che i topi sono stati in grado di imparare nuove abilità. Aggiungendo la spezia alla dieta degli studenti in difficoltà, la cannella può essere un aiuto nell’apprendimento.

La malattia di Alzheimer, una patologia devastante che interessa maggiormente gli anziani e ancora non ha cura. La cannella ha mostrato promesse nel prevenire o ridurre le placche e le fibre amiloide identificate come fattori che causano la demenza. Mangiare la spezia può portare un miglioramento alle persone già colpite dalla malattia.
Continua

Integratori di cannella